Ars Vitae


Vai ai contenuti

Menu principale:


B˘net

Archivio Ricette > Dolci

Ricetta tradizionale piemontese

(pronuncia BunŔt con la "e" aperta)
Ingredienti
dosi per 8 persone


1/2 lt di latte intero
n░ 4 uova
gr 125 di zucchero
gr 60 di amaretti finemente sbriciolati
gr 50 di cacao amaro
1 tazzina di caffŔ
ml 25 di rhum
1/2 stecca di vaniglia
scorza di 1/2 limone

Porta ad ebollizione il latte con la scorza di limone e la vaniglia, aggiungi a fiamma spenta il cacao ed il caffŔ; a parte monta leggermente le uova intere con lo zucchero, aggiungi ad esse il latte caldo con gli altri ingredienti miscelati passandolo al colino fine, aggiungi gli amaretti sbriciolati e miscela il tutto, versa il composto in uno stampo antiaderente, (va bene quello stretto e lungo tipo plum-cake) e fai cuocere a bagnomaria in forno a 150-160░C per circa 40 minuti.
Consigli: se nel bagnomaria interponi tra lo stampo ed il tegame un foglio di giornale ripiegato o un foglio di cartone, eviterai che l'acqua in ebollizione faccia vibrare lo stampo, migliorando cosý la cottura; per controllare il grado di quest'ultima potrai inserire uno stuzzicadenti al centro del b˘net, se uscirÓ asciutto il tuo budino sarÓ cotto.
C'Ŕ chi gradisce il b˘net caramellato, in tal caso puoi preventivamente rivestire lo stampo con il caramello che avrai preparato in un casseruolino antiaderente con 250 gr di zucchero e 50 ml di acqua su fiamma bassa mescolando con un cucchiao di legno o teflon sino a che avrÓ assunto il tipico colore bruno-dorato.
Per decorare puoi utilizzare degli amaretti interi bagnati velocemente in una soluzione di rhum acqua e zucchero disponendoli sopra in fila in modo da definirne le porzioni.
Il b˘net una volta freddo si pu˛ gustare ma raggiunge la massima bontÓ dopo almeno due giorni di frigorifero.


Torna ai contenuti | Torna al menu